Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio

Ti è mai capitato di urlare una cosa a tuo figlio che poi, ripensandoci, ti dici: “Ma come cavolo mi è venuto in mente di dire così? Di esprimermi così? Mi sembra di essere mia madre/mio padre!”.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


In un precedente articolo ho voluto parlare delle urla, del perché urliamo ai nostri figli e cosa succede nel cervello che fa scattare questo TILT. Abbiamo accennato a quelle frasi che escono inconsciamente e inevitabilmente e che sappiamo che non ci appartengono.

In questo articolo ti voglio suggerire tre semplici passi… tratti dal metodo Figli Felici® che ho assemblato leggendo e imparando dai migliori, ti rimando qui ai tre video gratuiti per iniziare a conoscerlo.

Prenditi una settimana di osservazione. Quando ti arrabbi e urli quelle frasi che non ti appartengono: a) prenditi del tempo per annotarle, b) diventa cosciente che NON sono tue e c) immagina di sentirle diverse. Esatto. Come se fossero dette con un accento regionale o nazionale diverso (da un siciliano, da un piemontese, da un tedesco…), oppure sentile dette più lentamente, o in farsetto, o balbettanto. Insomma devi storpiare il modo in cui emergEVANO automaticamente e renderle estranee alla tua mente inconscia.

Scrivi delle frasi alternative. Sappi che urlerai ancora, che il tuo cervello andrà ancora in tilt, per i meccanismi che hai letto qui, vedi almeno di urlare frasi UTILI. Esatto. Non sarebbe una bella cosa poter urlare ma frasi utili e propositive? Ecco qui un paio di esempi: anziché dire “Basta! Sei una bambina cattiva”, che – detto tra noi è super sbagliato da dire – potresti dire: “Accidenti! Adesso ci calmiamo”. Eheh, anche se detta con tono forte e duro, la frase di per sé è propositiva. Almeno abbiamo a) evitato un contenuto dannoso e b) proposto un contenuto utile.

Infine, allenati a simulare nella mente situazioni in cui dici quelle frasi che ti sei scritta/o sul foglio e che sono alternative utili da dire. Per ogni cambiamento ci vuole allenamento e io propongo sempre di accorciare la curva di apprendimento VISUALIZZANDO le soluzioni. È così che la tua mente inconscia imparerà a dire queste frasi piuttosto che le altre.

Non preoccuparti se ci metterai un po’

…a entrare nell’ottica di osservazione e cambiamento. Sappi che questo è il miglior modo che la mente può adottare per cambiare nel profondo. No, certo, non perché lo dico io. Perché è la mente stessa che impara così, cambia nel profondo perché le motivazioni sono forti e i vantaggi del nuovo sono maggiori rispetto al vecchio. Immagino che le tue motivazioni siano forti e che tu sia consapevole dei vantaggi di frasi propositive, o almeno neutre. La ripetizione mentale farà il resto .

E se volessi lavorare sulla frequenza di questi tuoi sbotti?

Se volessi diminuire radicalmente la frequenza di questi tuoi sbotti e imparare come fare, eccoti qui un articolo che ti suggerisce qualche cambiamento mentale molto pratico per “vederla” in modo diverso e percepire quei loro capricci o grida assordanti in modo più… produttivo, per quanto possibile.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Debora Conti, autore dell'articolo: Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio
Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio – Diventa Genitore Leader e Coach – Figli Felici
Un articolo di Debora Conti, mamma, Trainer di PNL da più di 10 anni e l’unica operatrice certificata in Europa per lo Yale Parenting Method presso Yale University, ideatrice del metodo Figli Felici. Nel 2013 ha ideato il metodo Figli Felici ed è autore del libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” con Sperling & Kupfer.

3 video gratis per crescere i figli in un ambiente sereno… per tutti!

Il primo video ti parlerà di come “complimentarsi”, cioè l’elogiare o praise in inglese. Il secondo video introdurrà la tecnica dell’ignorare. Nel terzo video capiremo come sono neurologicamente così diversi rispetto a noi.

I mostri sono troppo divertenti. A volte corriamo nella stanza e ci chiudiamo dentro perché fuori c’è la strega che ci insegue: che pauraaaaaaa! E tutto si trasforma in gioco. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

I mostri sono troppo divertenti. A volte corriamo nella stanza e ci chiudiamo dentro perché fuori c’è la strega che ci insegue: che pauraaaaaaa! E tutto si trasforma in gioco. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

I mostri sono troppo divertenti. A volte corriamo nella stanza e ci chiudiamo dentro perché fuori c’è la strega che ci insegue: che pauraaaaaaa! E tutto si trasforma in gioco. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Potrebbe piacerti anche…

5 trucchi per risolvere i capricci dei bambini?
26.048
In un precedente articolo ti ho parlato del "Perché fa i capricci", distinguendo le varie situazioni, motivazioni e cause, anche per età. In quest'altro articolo collegato, vedremo come poter "risolvere" un capriccio: a volte prevenendo, a volte...
Bambino viziato? Ecco cosa fare per migliorarti la vita!
10.522
Sai di avere un bambino viziato e vuoi porre rimedio. Diventa grande e non si può andare avanti così… Se va a casa di amici è un disastro, ti vergogni per i commenti delle mamme amiche, non sai come giustificarti, le scuse sono finite e tuo figlio...
Perché è importante cucinare con i bambini?
9.181
Primo di tre video sull’argomento emozioni dei nostri figli e perché è importante riconoscerle e come. Parliamo di tristezza e figli e scopriamo cosa fare, cosa non fare e vari casi. Il suggerimento base è quello di rispettare e riconoscere...
Aggressività nei Terrible Twos
10.165
Mi scrive una mamma e mi parla del suo piccolo di 27 mesi. Ecco una tipica storia di aggressività nei terrible twos. Vediamo qualche consiglio da Figli Felici… Mi scrive una mamma raccontandomi del suo piccolino che sbatte le ante della cucina e...
Come preparare tuo figlio all’arrivo del fratellino o della sorellina
23.565
Ricordo quando aspettavo Tessa, e Emma aveva due anni. Le facevo ascoltare la pancia, le spiegavo chi c'era dentro, e le leggevo libri che parlavano di fratellini. Sotto sotto però avevo paura che, una volta nata la sorellina, Emma si fosse sentita...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *