Come preparare tuo figlio all’arrivo del fratellino o della sorellina

Ricordo quando aspettavo Tessa, e Emma aveva due anni. Le facevo ascoltare la pancia, le spiegavo chi c’era dentro, e le leggevo libri che parlavano di fratellini.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Sotto sotto però avevo paura che, una volta nata la sorellina, Emma si fosse sentita messa da parte, meno amata da mamma e papà. Poi ho portato a casa Tessa e ci siamo messe tutte sul divano a guardarla.

All’inizio non voleva toccarla, forse aveva paura o non capiva che fosse una “persona”, certo, anche Emma al tempo era piccola. Pochi giorni dopo mi ha chiesto se lei dovesse restare con noi o se poi l’avrei rimandata indietro. Be’, che dire, era prevedibile. Non poteva capire.

A distanza di due anni, Emma e Tessa sono affettuose (non sempre in pace fra loro, ma è normale) e amorevoli. Si cercano e giocano insieme. Entrambe difendono l’altra se io alzo la voce, entrambe redarguiscono l’altra se fa qualcosa che non deve. Fanno ridere. 🙂

È importante preparare il primogenito all’arrivo del neonato.

Ecco alcuni suggerimenti:


  • Coinvolgi il più grande nella scelta dei vestitini da riciclare, cose nuove da comprare, disposizione dei mobili…

  • Racconta al primogenito di quando è nato lui o lei e di come era da piccolo piccolo.

  • Fagli vedere la foto di un’ecografia e spiegagli l’immagine del fratellino.

  • Raccontagli cosa potranno fare insieme e la fortuna che avrà di avere un fratello o una sorella maggiore.

  • Se per i giorni di ospedale devi mettere il primogenito a dormire dai nonni, prepara questo evento prima. Evita che sia la prima volta che il bambino dorme fuori!

E qui alcuni consigli per quando arriva a casa il neonato:


  • Seppur sia normale che il primogenito non comprenda la presenza del neo arrivato, è bene che mamma e papà non sgridino mai il primogenito per avere pensieri di allontanamento. Spiegate con affetto e tenerezza.

  • Quando il piccolo arriva, fai così: coinvolgi il primogenito per ciò che può, come prendere il pannolino o la tutina dal cassetto, fare una carezza al piccolo per tranquillizzarlo, cantare la ninna nanna insieme alla mamma…

  • Questa l’ho fatta anche io: fai in modo che il piccolo arrivato porti un regalo con sé per primogenito. A noi è stato utile 🙂 Alcuni suggeriscono che sia anche il primogenito a fare un regalo al piccolo, dipende dall’età del primogenuto credo.

  • Mantieni la routine nei limiti del possibile. La mamma che dorme poco e che è stanca per l’allattamento non può sparire da un giorno all’altro e dormire di giorno. Se il primo figlio è uno shock, con il secondo è insonnia cronica :-).

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Debora Conti, autore dell'articolo: Come preparare tuo figlio all’arrivo del fratellino o della sorellina
Come preparare tuo figlio all’arrivo del fratellino o della sorellina – Diventa Genitore Leader e Coach – Figli Felici
Un articolo di Debora Conti, mamma, Trainer di PNL da più di 10 anni e l’unica operatrice certificata in Europa per lo Yale Parenting Method presso Yale University, ideatrice del metodo Figli Felici. Nel 2013 ha ideato il metodo Figli Felici ed è autore del libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” con Sperling & Kupfer.

3 video gratis per crescere i figli in un ambiente sereno… per tutti!

Il primo video ti parlerà di come “complimentarsi”, cioè l’elogiare o praise in inglese. Il secondo video introdurrà la tecnica dell’ignorare. Nel terzo video capiremo come sono neurologicamente così diversi rispetto a noi.

Non è divertente fare paternali, rimproverare, urlare e combattere sempre con i propri figli. Giocaci, abbracciali e ascoltali, starete meglio in due. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Non è divertente fare paternali, rimproverare, urlare e combattere sempre con i propri figli. Giocaci, abbracciali e ascoltali, starete meglio in due. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Non è divertente fare paternali, rimproverare, urlare e combattere sempre con i propri figli. Giocaci, abbracciali e ascoltali, starete meglio in due. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Potrebbe piacerti anche…

Perché mio figlio non ascolta quando parlo? 9 ragioni valide
68.250
Quante volte te lo sei chiesto: "Perché mio figlio non mi ascolta?" Ecco 9 ragioni valide per cui non lo fa. I nostri figli sono fantastici: hanno la piena capacità di isolarsi e di "abbassare" il volume degli altri che parlano... Sono particolari e...
Cosa sono veramente i capricci?
8.993
Cosa sono veramente i capricci? Oggi lo sappiamo che non si tratta solo pretese senza senso. Ti parlo di tre cause che sfociano nei “capricci” incompresi. A seguito di un annuncio pubblicitario in cui usavo la parola “capricci”, una lettrice mi...
Tutto ciò che devo sapere…
23.346
Frequentare altri bambini e imparare le regole base sin dalla prima infanzia, li aiuta sul momento quando interagiscono e per il resto della loro vita. Bellissima immagine di ciò che - alla fine - oltre tutte le mille nozioni scolastiche - è veramente...
Tuo figlio è un “piagnone”? 4 Motivi validi
8.757
E’ un piagnone? Lo è adesso più del solito? Esistono ragioni valide per cui lo sia diventato recentemente? Vediamone insieme quattro. Escludendo la prima (che era la mia) per cui il genitore totalmente ignorante e ignaro del proprio futuro si...
È giusto sgridare i bambini in pubblico?
24.134
E' stato sgridato in pubblico e messo in imbarazzo. E' giusto sgridarlo in pubblico? Qual'è il limite quando fanno una cosa che non va? Come li si gestisce? Ferma? Controlla? Educa? Ecco una situazione e alcune domande sullo sgridare i bambini in...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *