Il fratellino picchia il grande: perché e cosa fare

Mi scrive una mamma preoccupata perché il fratellino picchia il grande. Cosa fare e cosa non fare? E poi, perché mai il piccolo vuole picchiare?


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


In questo video blog ho individuato quattro motivi per cui il fratellino minore picchi il grande. Nello specifico della richiesta il grande va alle medie e il piccolo alla materna. Ecco le quattro ragioni per cui potrebbe essere che il fratellino picchia il grande:

  1. Mette alla prova il fratellone e la sua pazienza e forza,
  2. Mette alla prova la mamma (o il papà) e il suo amore
  3. Per distinguersi dal grande (ti rimando all’idea della Positive Discipline tra l'”appartenere e distinguersi
  4. Non sa bene come dimostrare scontento per qualcosa.
  5. Per qualsiasi sia la ragione per cui il fratellino picchia il grande, ecco cosa consiglio di non fare. Consiglio di non giustificare MAI il piccolo solo perché è piccolo, farebbe male al grande e darebbe un alibi scorretto al piccolo.

    Consiglio poi una formula da usare con il piccolo per insegnargli che è sbagliato: dirgli che non si fa + spiegare il perché + usare un opposto positivo (se non sai cos’è ti consiglio l’audio corso Diventa Genitore Leader e Coach).

    Per farti un esempio, la frase da usare quando il fratellino picchia potrebbe essere: “Non si fa + perché fai male. + Le mani servono per accarezzare/mangiare/giocare.”

    Dopo la frase, finita l’urgenza della violenza, suggerisco di non continuare con ramanzine o lunghe tiritere su cosa non si fa. Basta, la lezione funziona se è corta.


    TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

    Debora Conti, autore dell'articolo: Il fratellino picchia il grande: perché e cosa fare
    Il fratellino picchia il grande: perché e cosa fare – Diventa Genitore Leader e Coach – Figli Felici
    Un articolo di Debora Conti, mamma, Trainer di PNL da più di 10 anni e l’unica operatrice certificata in Europa per lo Yale Parenting Method presso Yale University, ideatrice del metodo Figli Felici. Nel 2013 ha ideato il metodo Figli Felici ed è autore del libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” con Sperling & Kupfer.

    3 video gratis per crescere i figli in un ambiente sereno… per tutti!

    Il primo video ti parlerà di come “complimentarsi”, cioè l’elogiare o praise in inglese. Il secondo video introdurrà la tecnica dell’ignorare. Nel terzo video capiremo come sono neurologicamente così diversi rispetto a noi.

    Il Linguaggio Emotivo dei Bambini, un liro di Debora Conti

    Potrebbe piacerti anche…

    Rimedi e problem solving: alternativa alle punizioni
    27.524
    I rimedi e il problem solving sono alternative validissime alle punizioni. Niente punizioni: con i bambini grandicelli troviamo una soluzione insieme e svilupperanno le loro capacità di problem solving e impareranno a rimediare ai danni. In un altro...
    Perché ruba i giocattoli?
    27.058
    Hai un figlio dall’anno e mezzo ai tre e ruba i giocattoli al nido? Scopri perché è normale e cosa puoi fare per farlo crescere collaborativo. Hai un bimbo più grande e ruba i giochi al fratello? Scopri quale strategia propongo io alle mie...
    Perché i bambini fanno i capricci?
    26.483
    Ecco una domanda da un milione di dollari... Vediamo innanitutto cos'è un capriccio e poi in questo articolo cercheremo di individuarne le cause. In un prossimo articolo troveremo anche i modi di risolvere e far diminuire i capricci. Cos'è un...
    Come insegnare le regole ai bambini?
    28.775
    Fate quello che dico ma non fate quello che faccio... No no no! Non è così che si fa a insegnare le regole ai bambini. Se ci tieni a vedere tuo figlio che si lava i denti ogni sera, fatti vedere farlo. Se vuoi che parli a bassa voce, non puoi urlare...
    Chi è un genitore consapevole?
    4.349
    Un genitore consapevole è un genitore che si fa domande… tante domande. Ecco perché qui ti parlo di Domande Utili e faccio degli esempi. In Programmazione Neuro Linguistica (PNL), propongo l’uso (smodato) di uno strumento pratico per...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *