Rimedi e problem solving: alternativa alle punizioni

I rimedi e il problem solving sono alternative validissime alle punizioni. Niente punizioni: con i bambini grandicelli troviamo una soluzione insieme e svilupperanno le loro capacità di problem solving e impareranno a rimediare ai danni.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


In un altro articolo sulle alternative alle punizioni, ti parlo del Time In come ottimo mezzo per insegnare a tuo figlio, dai 3/4 anni ai 7/8 anni a gestire la propria irritabilità, emotività scomposta del momento. In questo articolo mi riferisco a pre-adolescenti e a grandicelli. In realtà, i consigli di questo articolo potrebbero benissimo essere adottati da tutti noi adulti quando a volte perdiamo il controllo della nostra parte limbica e sbottiamo.

Cosa succede quando il figlio pre-adolescente sbotta?

Per lui o lei, ancora più che per noi la gestione della calma è una sfida. questo perché sono in pieno (o quasi) sconvolgimento ormonale, hanno futuro e paure dinnanzi a sé, sfide sociali di accettazione in corso, e – soprattutto – la maturazione della neo-corteccia in ballo e la loro parte limbica prede ancora spesso il sopravvento.

Ora sapere tutto questo non ci farà diventare genitori perfetti, ma magari più tolleranti sì 🙂 E questo è il mio intento per me e per te che mi leggi.

Cosa puoi fare quando tuo figlio grandicello sbotta

Esistono un paio di cose che possiamo fare per insegnargli a gestire la propria emotività e per sviluppare le capacità di problem solving, proprie della neo-corteccia che in questa fase matura.

1 Aspetta che si calmi. A quest’età dovrebbe essere capace di calmarsi da solo. (Se questo non è il caso, ti rimando all’articolo citato sopra del Time In). Dopo che si è calmano, allora puoi condurlo a cercare una soluzione o un rimedio.

Come dice la Positive Discipline, uno dei nostri mantra deve sempre essere “Connection before Correction”, SOLO dopo che l’altra persona si è calmata allora si può parlare. Prima è inutile, se non dannoso. Lasciagli il tempo di andare in camera sua, respirare, gettare per aria qualche cuscino, sbattere il diario sul tavolo al massimo e poi aspetta la quiete. Solo allora bussa e chiedi di entrare. Solo allora puoi proporre un tè insieme, una passeggiata con il cane, di ascoltare una canzone calma insieme… Cerca connessione, poi potrai correggere…

2 Correggi proponendo domande. Facile per quei genitori che trovano le soluzioni per i propri figli: “Fai così”, “Fai cosa”… E no! Molto meglio per loro, e liberatorio per noi!, è limitarsi a fare Domande Utili. Il tuo scopo di genitore è quello di supportare nella crescita verso l’indipendenza. Parlo di Domande Utili Curiose nell’audio corso e al corso dal vivo.

Cosa fare in questa fase?
  1. Potete parlarne in questo modo:
  2. Evidenziare la situazione di scontro, danno o disturbo,
  3. Esporre i rispettivi punti di vista,
  4. Valutare le varie conseguenze delle varie alternative,
  5. Valutarle dal punto di vista di tutte le parti coinvolte
  6. E poi insieme cercare rimedi, soluzioni.

Questo semplice script di discussione in famiglia (family meeting) e maturazione dei figli, è utilissimo dalla pre-adolescenza fino … a noi in realtà! Ah, e idem, il trucco di aspettare che l’altro si calmi prima di parlargli vale per noi adulti come per loro. Usatelo tra marito e moglie. Vi salverà tante litigate inutili.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Debora Conti, autore dell'articolo: Rimedi e problem solving: alternativa alle punizioni
Rimedi e problem solving: alternativa alle punizioni – Diventa Genitore Leader e Coach – Figli Felici
Un articolo di Debora Conti, mamma, Trainer di PNL da più di 10 anni e l’unica operatrice certificata in Europa per lo Yale Parenting Method presso Yale University, ideatrice del metodo Figli Felici. Nel 2013 ha ideato il metodo Figli Felici ed è autore del libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” con Sperling & Kupfer.

3 video gratis per crescere i figli in un ambiente sereno… per tutti!

Il primo video ti parlerà di come “complimentarsi”, cioè l’elogiare o praise in inglese. Il secondo video introdurrà la tecnica dell’ignorare. Nel terzo video capiremo come sono neurologicamente così diversi rispetto a noi.

Il Linguaggio Emotivo dei Bambini, un liro di Debora Conti

Potrebbe piacerti anche…

Bambini viziati: ma veramente? E se sì, perché?
11.032
Si parla molto di bambini viziati, soprattutto di quelli degli altri. Poi, però, quando capita a noi di viziare un figlio quasi non ce ne rendiamo conto. Vediamo chi non è un bambino viziato e chi invece lo è veramente. I neonati non sono bambini...
La rabbia si butta fuori!
4.412
Le e-mozioni sono fatte per essere esternate. Anche la rabbia segue lo stesso principio: buttiamola fuori come ci insegna Penelope online. Penelope. In questo simpaticissimo video, commento la tecnica super efficace di Penelope, bimba che ha fatto il...
Il fratellino picchia il grande: perché e cosa fare
7.761
Mi scrive una mamma preoccupata perché il fratellino picchia il grande. Cosa fare e cosa non fare? E poi, perché mai il piccolo vuole picchiare? In questo video blog ho individuato quattro motivi per cui il fratellino minore picchi il grande. Nello...
5 trucchi per risolvere i capricci dei bambini?
25.707
In un precedente articolo ti ho parlato del "Perché fa i capricci", distinguendo le varie situazioni, motivazioni e cause, anche per età. In quest'altro articolo collegato, vedremo come poter "risolvere" un capriccio: a volte prevenendo, a volte...
Come smettere di urlare ai tuoi figli in 28 giorni
31.421
Quante volte ti sei ritrovata/o ad urlare ai tuoi figli e dire cose inutili? Poi, a fine strigliata, dirti che sei stanca/o di urlare ai bambini, che tanto non serve a nulla... E, inoltre, ti sentivi anche spossata o stanco. Hai perfettamente ragione....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *